Written by Aki59

Misticismo laico

Misticismo Laico

Una contraddizione in termini?

Nel senso di avere sì una personalità mistica ma di non volere appoggiare o credere ad alcuna religione? Di poter superare l’illusione ottica della separazione dal resto dell’universo, riuscire a sentirsi in alcuni momenti una “unità unita” con il resto del creato, e non sopportare proprio le religioni?

La maggior parte delle grandi religioni (se non proprio tutte) sono sempre state nella storia il motivo delle più grandi guerre. Oggi per altri dei, il denaro, il petrolio…ma il concetto non cambia: è sempre il fanatismo che necessariamente si crea per il proprio dio rispetto a quello degli altri a motivare falsi conflitti: evidentemente, tutte le religioni non offrono quella rivelazione di cui e per cui esse dovrebbero esistere.

Non aiutano a diventare più buoni o più saggi, o almeno più tolleranti.

E per molti diventa solo un rituale, senza vera partecipazione, per continuare la loro esistenza normale, insieme al presunto perdono dei propri peccati.

Un misticismo laico e altruista, che anela sempre più al miglioramento di sé e dell’universo intero, che rispetta tutti gli dei e tutte le idee, quando sono frutto di vero impegno e partecipazione.

Che non sopporta i fanatismi di alcun tipo e lotta contro l’ignoranza, soprattutto.

Una guarigione angelica dall’ignoranza, dall’arrivismo, dal sistema di odio e interessi ormai globalizzati, perché questa società possa vivere bene veramente e in pace, perché l’intero significato della vita sulla terra cambi.

maybe i’m a dreamer… cantava John Lennon qualche tempo fa.

Eppure, la strada da seguire in questo contemporaneo momento storico è proprio questa: una mistica e imparziale lotta all’ignoranza e all’incompetenza, che non appartiene a nessun movimento, fuori dalla provincialità della politica e dai dogmi religiosi, semplicemente altruistica, per poter cambiare il significato.

Se fosse vero quel che dice David Bohm (fisico):

L’universo manifesta tre aspetti mutuamente interdipendenti: materia, energia e significato. Dal punto di vista dell’ordine implicato, l’energia e la materia sono impregnate di un significato intrinseco che dà forma alla loro attività globale e alla materia che dall’attività si forma. Anche l’energia della mente e la materia cerebrale sono impregnate di un significato che dà forma alla loro attività globale. Generalmente parlando, l’energia comprende materia e significato, e la materia comprende energia e significato…Ma anche il significato comprende materia ed energia… Ognuno di questi concetti di base comprende quindi gli altri due.” (David Bohm, “Unfolding meaning” pp. 90-91),

e ancora: “E’ indispensabile un cambiamento di significato per cambiare il mondo in termini politici, economici e sociali. Ma il cambiamento deve partire dall’individuo, deve muovere dall’interno…se il significato è parte essenziale della realtà, una volta che la società, l’individuo e i rapporti venissero visti in un senso diverso, avverrebbe un cambiamento radicale.” (David Bohm, “Unfolding meaning” pp. 107, 96),

allora potremmo sperare in un cambiamento illuminato di questa società contemporanea e confusa, oltretutto adesso anche per motivi falsamente religiosi.

Questo concetto (quello di Bohm) mi sembra espresso con l’atteggiamento giusto di una persona che ha compreso la contemporaneità senza fanatismi, con quel misticismo logico, laico e imparziale che sto cercando di definire.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »